Piccolo prestito Inpdap: quali sono i vantaggi, i soggetti che possono fare richiesta e i requisiti

I vantaggi Il piccolo prestito Inps, ex Inpdap, è una..

Piccolo prestito Inpdap: quali sono i vantaggi, i soggetti che possono fare richiesta e i requisiti

I vantaggi

Il piccolo prestito Inps, ex Inpdap, è una tipologia di finanziamento che ha diversi vantaggi per chi ne fa richiesta, poiché ha un importo limitato, rimborsabile in massimo 4 anni. Questo vuol dire che vi è una grande garanzia in merito al suo rimborso e restituzione della cifra presa in prestito. Un prestito di questo tipo ha un tasso di interesse inferiore rispetto a quello che si trova normalmente sul mercato perché il rimborso è garantito dalla busta paga del lavoratore della pubblica amministrazione. Un altro vantaggio che si ha nel richiedere questo tipo di finanziamento, riguarda il fatto che tutto è disponibili direttamente online senza dover per forza andare presso uno sportello Inps, dove spesso c’è molto coda, determinando perciò una grande perdita di tempo. Il web è più veloce e la pratica istruttoria è scaricabile dalla modulistica che si trova sul sito web dell’Inps.

i soggetti che possono fare richiesta

Possono fare richiesta per i piccoli prestiti Inps i dipendenti della pubblica amministrazione che sono iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni sociali e creditizie da almeno 4 anni. Anche i dipendenti che lavorano presso le Poste Italiane e Enam hanno questo tipo di agevolazione. Sono inclusi anche i docenti, gli insegnanti, il resto del personale scolastico e il personale sanitario, che possano fare richiesta per i piccoli prestiti Inps grazie alla domanda che si trova comodamente online.

I requisiti

Il primo requisito è che il dipendente deve contribuire ogni anno regolarmente al fondo della Gestione Unitaria delle Prestazioni sociali e creditizie. L’anzianità del soggetto che presenta la domanda deve essere di almeno 4 anni. un altro requisiti riguarda il contratto di lavoro, che deve essere a tempo indeterminato così da poter diventare la garanzia del prestito. In certi casi, è possibile fare ricessata anche con un contratto a tempo determinato, di almeno 5 anni però.

Per capircene di più, clicca qui www.guidaprestitiinpdap.it .